COMUNICAZIONE DELLA SEZIONE DELLA GIUSTIZIA ALL`ORDINE DEI NOTAI  22 MARZO 2020

 

Gentile Presidente,

Egregio Segretario,

La situazione straordinaria che ci ha travolti tutti, ha imposto l’adozione di misure d’urgenza da parte del Consiglio di Stato per fronteggiare la pandemia Covid-19 e tutelare la salute pubblica. Avrete senz’altro preso atto delle disposizioni di cui alla Risoluzione governativa n. 1570 del 20 marzo 2020 (che trovate sul sito cantonale dedicato all’emergenza epidemiologica) che impone anche ai notai una riduzione delle attività. Come indicato oggi all’Ordine degli avvocati, confermo avantutto che sentito il Capo Divisione economia, anche i pubblici notai sottostanno alla predetta risoluzione e alle disposizioni ivi contenute. Preciso che allorquando i notai dovessero ricevere clienti in studio per poter espletare pratiche connesse con compiti essenziali, essi possono accogliere clienti, nel rispetto delle norme igieniche accresciute e di distanza sociale.

Unitamente alla predetta risoluzione governativa, il Governo ha deciso sabato:

  • che l’Amministrazione cantonale rimarrà chiusa fino al 27 marzo 2020, fatte salve le attività urgenti definite (… tra esse anche quelle che vi indicherò in seguito, ndr.);
  • che i servizi autorizzati operano con una dotazione minima di personale e senza contatto con l’utenza esterna garantendo la distanza sociale;
  • che tutti gli sportelli rimangono inoltre chiusi. Eccezioni sono previste solo per casi urgenti e su appuntamento.

Queste disposizioni coinvolgono inevitabilmente anche il settore dei registri, che già la scorsa settimana ha ridotto in urgenza le sue attività. Di seguito, d’intesa con il Capo Sezione avv. Simone Albisetti che ci legge in copia, desidero esporvi schematicamente l’organizzazione dei servizi nelle prossime settimane, rendendo tuttavia attenti che le improvvise evoluzioni della pandemia potrebbero comportare in ogni momento una nuova revisione delle attività.

Uffici del registro fondiario

  • È garantita durante tutti i giorni lavorativi l’iscrizione cronologica nel libro giornale. L’attività di iscrizione nel libro mastro e di emissione di cartelle ipotecarie subirà dei ritardi nella tempistica di evasione attuale, a dipendenza del grado di attuazione delle misure di contenimento del virus.
  • È garantito quotidianamente il rilascio di estratti del registro fondiario.
  • La fatturazione delle operazioni a registro fondiario sarà differita mentre da subito si sospende la richiesta di versamento dell’anticipo sino a nuovo ordine, caldeggiando tuttavia l’invito ai notai di fungere da garante.
  • Per quanto concerne l’Archivio notarile, rimane invariato l’obbligo di insinuazione di una copia autentica degli atti ricevuti sotto forma di pubblico istromento, entro il 15 del mese successivo a quello della ricevuta (art. 79 cpv. 1 LN). La fatturazione dell’imposta sul bollo sarà pure soggetta a un differimento.

Ufficio del registro di commercio:

  • È garantita durante tutti i giorni lavorativi l’iscrizione nel registro di commercio. Saranno possibili ritardi nella fatturazione.
  • È garantito quotidianamente il rilascio di estratti del registro di commercio.

Autorità di I istanza LAFE:

  • Le riunioni delle commissioni potranno tenersi in videoconferenza alla presenza dei membri, l’emanazione di decisioni è momentaneamente sospesa sino al 19 aprile, conformemente al Decreto cantonale del 20 marzo 2020.
  • È garantita la ricezione delle pratiche e la loro analisi e istruttoria.

Il servizio telefonico degli Uffici del registro fondiario, dell’Ufficio del registro di commercio e dell’Autorità di I istanza LAFE è garantito nelle fasce orarie 8.45-11.45 / 14.00-16.00. In base alle richieste telefoniche che perverranno già domani, valuteremo una possibile riduzione di tali orari.

L’attività di consulenza (esami preliminari, di verifica bozze, ecc.) è momentaneamente sospesa per tutti i servizi della Sezione dei registri.

Praticanti notai: il Tribunale d’appello ha disposto che se la pratica non è stata svolta in maniera completa, occorrerà predisporre un “recupero” delle settimane di pratica non svolte. In questo senso, domani valuteremo il posticipo della pratica notarile prevista per aprile e maggio 2020, proprio perché vista la riduzione dell’attività, le Ufficiali e il Capo dell’Ufficio del registro di commercio, non sono in grado di dedicare il tempo necessario per la formazione dei praticanti.

Questo è il quadro per i prossimi giorni. Vi posso assicurare che i funzionari della Sezione dei registri, sotto la guida del Capo Sezione, si prodigano incessantemente e con grande impegno ormai da settimane per gestire al meglio questa situazione di emergenza. A loro e ai notai che continuano a garantire un servizio pubblico alla popolazione e all’economia del nostro Cantone vanno quindi i più sentiti ringraziamenti della Divisione della giustizia e del Dipartimento delle istituzioni.

Solo con la collaborazione e l’impegno di tutti potremo superare questo momento di crisi.

Unitamente al Capo Sezione avv. Albisetti, siamo a vostra disposizioni per eventuali ulteriori chiarimenti.

Sarà nostra premura, per il tramite dell’avv. Albisetti, informarvi di ulteriori possibili cambiamenti nell’operato della Sezione dei registri.

Con i nostri migliori saluti.

Frida Andreotti

Articolo precedenteArticolo successivo
error: